Mettiti in comunicazione con noi

I Bisogni Relazionali del bambino e non solo di lui…

Affettività

I Bisogni Relazionali del bambino e non solo di lui…

Conoscere il tipo di bisogno alla base della nostra “fame di relazione”

Nel celebre Libro “A che gioco giochiamo?” (E. Berne, 1964), l’autore illustra in modo immediato e geniale una parte fondamentale della sua teoria, l’Analisi Transazionale.

In modo particolare egli descrive come l’uomo sia animato nella sua sopravvivenza da una “fame“, importante almeno quanto quella fisiologica, che porta il neonato a piangere e urlare perché vuole il latte,  essa ha tre forme:

  1. fame di stimoli (bisogno di essere stimolato cognitivamente, emotivamente e a muoversi nel mondo come agente attivo);
  2. fame di struttura (la reiterazione degli stimoli con il caregiver permette al bambino di crearsi un modello delle relazioni che lo orienterà per tutta la vita);
  3. fame di riconoscimento sociale (ad esso fanno riferimento gli otto bisogni relazionali).

Questi tre appetiti riguardano il senso del Sè e investono tutto l’arco di vita di noi umani, in modi differenti.

I bisogni relazionali sono stati individuati scientificamente da Erskine a partire dalla “domanda” più o meno esplicita che portano i pazienti nella terapia.

Essi erano riconducibili a 8 grandi aree che si influenzano reciprocamente.

  1. Bisogno di sicurezza: riguarda la necessità di sentire la mia incolumità fisica e psicologica siano tutelate e garantite.
  2. Bisogno di condivisione e reciprocità: riguarda la mia necessità di fare esperienza del fatto che il mio vissuto non solo può essere comunicato, ma può essere compreso dall’altro.
  3. Bisogno di validazione e valorizzazione: riguarda la mia necessità che l’altro mi rimandi la mia okness, che ciò che provo, penso, faccio ha valore, va bene e che con essi vado bene io;
  4. Bisogno di dipendenza e accettazione: riguarda la mia necessità di potermi fidare ed affidare, sedermi in braccio all’altro con autenticità e serenità.
  5. Bisogno di ricevere l’iniziativa: riguarda la mia necessità che l’altro inizi il contatto relazionale, che sia proprio lui il primo a farlo.
  6. Bisogno di avere impatto sull’altro: riguarda la mia necessità di sapere che quello che esprimo non solo arriva all’altro, ma produce in lui una modificazione in lui.
  7. Bisogno di autodefinirsi: riguarda la mia necessità di potermi esprimere in ciò che sono, faccio e penso senza che questo costituisca una rottura nel legame con l’altro.
  8. Bisogno di esprimere amore: riguarda la mia necessità di poter manifestare il bene, di desiderio di bene, l’affetto, l’affinità per l’altro.

E a te quale di questi bisogni risuona di più? In quale ti senti più a tuo agio? Qual è quello che fai più fatica ad esprimere?

Buona riflessione!

 

Continue Reading
Potrebbe piacerti anche

Ciao, mi chiamo Francesca di Sipio e sono l'ideatrice di questo portale web. Sono una psicologa clinica, psicoterapeuta, analista-transazionale ad approccio integrato, psicologa dello sport. Il mio studio è sul territorio di Chieti-Pescara. Mi trovi sui social, sulla mail ma soprattutto al 3477504713

1 Commento

1 Commento

  1. Pingback: Volevi solo soldi ??? – psicoterapia-chieti-pescara.it

Devi essere loggato per pubblicare un commento Login

lascia un commento

Di più in: Affettività

Intervista a Umberto Galimberti

Intervista a Oscar de Pellegrin

Bambini e sviluppo psicolinguistico

Come si crea e mantiene la relazione tra genitore e bambino?

Sport e psicologia, intervista a Paolo Nicolai (parte I)

Caso Clinico: esempio di clinica integrata

Sport e metafora, ne parlo con Andrea Zorzi

La fenomenologia come etica

Lo psicologo dello sport è il tuo miglior alleato

Chi scrive per noi…

Articoli più letti

Eventi

Psicologo, psicoterapeuta, counsellor e coach… figure a confronto

Psicologo, psicoterapeuta, counsellor e coach… figure a confronto

Psicologo, psicoterapeuta, counsellor e coach… figure a confronto

Gli interventi avranno lo scopo di illustrare le competenze necessarie ed il quadro normativo che determinano le varie figure professionali, rispondendo alle seguenti domande: chi è, cosa fa, quali norme regolano la professione, quale percorso formativo bisogna seguire, prospettive lavorative.

Gruppo approfondimento per l'Esame di Abilitazione alla professione di Psicologo

Gruppo approfondimento per l'Esame di Abilitazione alla professione di Psicologo

Gruppo approfondimento per l'Esame di Abilitazione alla professione di Psicologo

Dettagli

Data: 5/12  giugno
Ora: 18:00 – 20:00

Organizzatore

Francesca di Sipio – psicologa clinica
Email: francesca.disipio@gmail.com

Luogo

via Monte Grappa
via Monte Grappa n 176
Chieti scalo, Italia
+ Google Maps
Telefono: 3477504713

 

Laboratorio di fotografia sociale

Laboratorio di fotografia sociale

Laboratorio di fotografia sociale

Dettagli

Data: 4/18/25 maggio

Organizzatore

Francesca di Sipio – psicologa clinica
Email: francesca.disipio@gmail.com

Luogo

via Monte Grappa
via Monte Grappa n 176
Chieti scalo, Italia
+ Google Maps
Telefono: 3477504713

 

Gruppo di crescita personale per la gestione dell’ansia da esame o blocco da esame

Gruppo di crescita personale per la gestione dell’ansia da esame o blocco da esame

Gruppo di crescita personale per la gestione dell’ansia da esame o blocco da esame

Dettagli

Data: 17 giugno
Ora: 19:00 – 21:00

Organizzatore

Francesca di Sipio – psicologa clinica
Email: francesca.disipio@gmail.com

Luogo

via Monte Grappa
via Monte Grappa n 176
Chieti scalo, Italia
+ Google Maps
Telefono: 3477504713

 

IO E LA SM

IO E LA SM

IO E LA SM

Dettagli

Data: 28 giugno 2014
Ora: 9:00 – 13:30

Organizzatore

AISM Chieti
Email: aismchieti@libero.it

Luogo

Sala convegni CIAPI
Viale Abruzzo, 323
Chieti, Italia
+ Google Maps
Telefono: 0871560348

6 giugno 2017 h 18.00 Impostare un piano di trattamento: una possibile strada

6 giugno 2017 h 18.00 Impostare un piano di trattamento: una possibile strada

6 giugno 2017 h 18.00 Impostare un piano di trattamento: una possibile strada

Ho pensato questo evento di condivisione, se sei uno studente di psicologia o uno psicologo.

Parleremo insieme di un caso clinico da me seguito e ti mostrerò come ho impostato il piano di trattamento a partire dalla richiesta del paziente.

Un approccio pratico, ti offrirò anche riferimenti bibliografici.

Staremo insieme saremo in una sessione Skype condivisa e saremo in 4 massimo in 6.

Iscriviti alla Newsletter

Per essere sempre aggiornato, iscriviti alla newsletter gratuita: ogni mese contributi interessanti per te!

Scrivi sul blog

Children see, children do

To Top