Mettiti in comunicazione con noi

Di chi è la colpa?

Contributi interessanti

Di chi è la colpa?

Se ti capita di domandartelo, forse stai in una dinamica relazionale e psicologica particolare

Ci sono volte in cui abbiamo la sensazione di trovarci sempre e inevitabilmente nella stessa situazione.

Cambiano gli attori, ma la drammaturgia è la stessa. Ce ne accorgiamo perché le nostre emozioni finali ci sono molto familiari.

Talvolta dispieghiamo questa dinamica col partner, con il datore di lavoro, con i nostri genitori, con il fruttivendolo e così via.

Come si chiama tutto questo?

Molto probabilmente sei dentro ad una dinamica che Eric Berne chiama Gioco Psicologico.

“Un gioco è una serie progressiva di transazioni ulteriori e complementari rivolte ad un risultato ben definito e prevedibile”

Ovvero accade che facciamo o diciamo delle cose, in risposta a stimoli e con il desiderio più o meno nascosto di comunicare altro rispetto al mero contenuto oggettivo della frase o del gesto che compiamo. Poi veniamo fraintesi e l’altro avrà sempre la stessa tipica reazione con noi.

Nella fattispecie nel gioco che Berne chiama “Tutta colpa tua“, i due giocatori si rimpallano la ricerca di colpe e il modo con cui lo fanno, generalmente, è la lamentela. Nei racconti che custodisco questa dinamica è davvero tanto tanto comune.

Nella mia esperienza clinica un titolo migliore a questo tipo di attività sarebbe quello di “Di chi è la colpa?“. Ci sono persone che davvero trascorrono la vita in modo infelice e ricercano il colpevole del loro stato, imbrigliati in un modo di vedere le cose in cui la felicità o infelicità dipende totalmente da un altro.

A queste persone un percorso di terapia restituisce una splendida responsabilità: quella di essere agenti attivi della realtà, quella di avere come primo compito il pensarsi, sentirsi e comportarsi in modo propositivo e rispondente alla realtà, tutori innanzitutto di se stessi.

Ricordo l’ennesima delusione di amore per Maria, quel giorno insieme leggemmo come tutte quelle relazioni avevano un fil rouge, un copione, sempre uguale, in cui lei si imbrigliava e dimostrava che era tutta colpa dell’altro quanto lei fosse infelice, lamentandosene tanto, finché il partner la lasciava. Quel giorno riuscì a vedere che anche lei muoveva sottilmente le fila di quel gioco. Ne pianse. Le dissi: “Maria, questa è una splendida notizia. Se dipende anche da te la tua tristezza, può dipendere da te la tua soddisfazione e gioia”.

Cambiammo obiettivo di lavoro e lei si avviò verso la parte finale della terapia: c’erano ragioni più profonde per le quali lei non voleva una relazione stabile ed ora era pronta ad affrontarle con me.

 

Ciao, mi chiamo Francesca di Sipio e sono l'ideatrice di questo portale web. Sono una psicologa clinica, psicoterapeuta, analista-transazionale ad approccio integrato, psicologa dello sport. Il mio studio è sul territorio di Chieti-Pescara. Mi trovi sui social, sulla mail ma soprattutto al 3477504713

Clicca per commentare

Devi essere loggato per pubblicare un commento Login

lascia un commento

Di più in: Contributi interessanti

Intervista a Umberto Galimberti

Intervista a Oscar de Pellegrin

Bambini e sviluppo psicolinguistico

Come si crea e mantiene la relazione tra genitore e bambino?

Sport e psicologia, intervista a Paolo Nicolai (parte I)

Caso Clinico: esempio di clinica integrata

Sport e metafora, ne parlo con Andrea Zorzi

La fenomenologia come etica

Lo psicologo dello sport è il tuo miglior alleato

Chi scrive per noi…

Articoli più letti

Eventi

Psicologo, psicoterapeuta, counsellor e coach… figure a confronto

Psicologo, psicoterapeuta, counsellor e coach… figure a confronto

Psicologo, psicoterapeuta, counsellor e coach… figure a confronto

Gli interventi avranno lo scopo di illustrare le competenze necessarie ed il quadro normativo che determinano le varie figure professionali, rispondendo alle seguenti domande: chi è, cosa fa, quali norme regolano la professione, quale percorso formativo bisogna seguire, prospettive lavorative.

Gruppo approfondimento per l'Esame di Abilitazione alla professione di Psicologo

Gruppo approfondimento per l'Esame di Abilitazione alla professione di Psicologo

Gruppo approfondimento per l'Esame di Abilitazione alla professione di Psicologo

Dettagli

Data: 5/12  giugno
Ora: 18:00 – 20:00

Organizzatore

Francesca di Sipio – psicologa clinica
Email: francesca.disipio@gmail.com

Luogo

via Monte Grappa
via Monte Grappa n 176
Chieti scalo, Italia
+ Google Maps
Telefono: 3477504713

 

Laboratorio di fotografia sociale

Laboratorio di fotografia sociale

Laboratorio di fotografia sociale

Dettagli

Data: 4/18/25 maggio

Organizzatore

Francesca di Sipio – psicologa clinica
Email: francesca.disipio@gmail.com

Luogo

via Monte Grappa
via Monte Grappa n 176
Chieti scalo, Italia
+ Google Maps
Telefono: 3477504713

 

Gruppo di crescita personale per la gestione dell’ansia da esame o blocco da esame

Gruppo di crescita personale per la gestione dell’ansia da esame o blocco da esame

Gruppo di crescita personale per la gestione dell’ansia da esame o blocco da esame

Dettagli

Data: 17 giugno
Ora: 19:00 – 21:00

Organizzatore

Francesca di Sipio – psicologa clinica
Email: francesca.disipio@gmail.com

Luogo

via Monte Grappa
via Monte Grappa n 176
Chieti scalo, Italia
+ Google Maps
Telefono: 3477504713

 

IO E LA SM

IO E LA SM

IO E LA SM

Dettagli

Data: 28 giugno 2014
Ora: 9:00 – 13:30

Organizzatore

AISM Chieti
Email: aismchieti@libero.it

Luogo

Sala convegni CIAPI
Viale Abruzzo, 323
Chieti, Italia
+ Google Maps
Telefono: 0871560348

6 giugno 2017 h 18.00 Impostare un piano di trattamento: una possibile strada

6 giugno 2017 h 18.00 Impostare un piano di trattamento: una possibile strada

6 giugno 2017 h 18.00 Impostare un piano di trattamento: una possibile strada

Ho pensato questo evento di condivisione, se sei uno studente di psicologia o uno psicologo.

Parleremo insieme di un caso clinico da me seguito e ti mostrerò come ho impostato il piano di trattamento a partire dalla richiesta del paziente.

Un approccio pratico, ti offrirò anche riferimenti bibliografici.

Staremo insieme saremo in una sessione Skype condivisa e saremo in 4 massimo in 6.

Iscriviti alla Newsletter

Per essere sempre aggiornato, iscriviti alla newsletter gratuita: ogni mese contributi interessanti per te!

Scrivi sul blog

Children see, children do

To Top