Mettiti in comunicazione con noi

Fair Play: noi giochiamo pulito

Sport

Fair Play: noi giochiamo pulito

Progetto di crescita sportiva, personale, interpersonale e culturale in una Scuola Calcio

Il 22 maggio 2012 nella Scuola Calcio presso cui collaboro, ho accompagnato allenatori e ragazzi a visitare lo Stadio Adriatico, ma soprattutto l’ufficio GOS (Gruppo Operativo Sicurezza), all’interno di un progetto, curato da me, dal titolo “Fair-play: noi giochiamo pulito”.

In quella sede la dott.ssa Ester Fratello, direttrice del GOS, e il dott. Luigi Gramenzi, addetto alla sicurezza del Pescara Calcio, hanno introdotto i ragazzi al tema della sicurezza negli stadi.

Abbiamo avuto la possibilità di sedere in sala Vip, per poter ammirare, da una posizione privilegiata, la verde landa di un campo di serie A. Lì abbiamo approfondito il tema della prevenzione alla violenza negli stadi, fuori dagli stadi e nella vita.

La dott.ssa Fratello coordina e gestisce un gruppo formato da poliziotti, carabinieri, vigili del fuoco, sanitari, responsabili degli steward, al fine di garantire il corretto svolgersi dell’evento sportivo, nella tutela di tutti i tifosi e di tutta la cittadinanza.

Questa visita attiene a un percorso di prevenzione primaria della devianza tra gli ultras, sviluppando e potenziando la vera mentalità vincente: quella che si distanzia e denuncia la violenza, sempre. Perché si è davvero campioni, quando si coglie nella regola, non uno sterile divieto, ma il seme stesso della libertà, della democrazia e della sicurezza per ciascuno. Quindi abbiamo avuto accesso alla sala Gos, l’ispettore Barbarossa ha acceso, per noi diversi monitor e ci ha mostrato come la Polizia Scientifica utilizza la tecnologia e le videocamere per garantire a tutti i tifosi lo spettacolo del calcio, tutelandone la protezione. In questa sede abbiamo avuto la piacevolissima sorpresa della visita del Questore di Pescara, dott. Paolo Passamonti, il quale ci ha salutato e ha avuto commenti di apprezzamento per l’iniziativa.

In seguito siamo andati negli spogliatoi e i ragazzi si sono proprio emozionati, hanno fotografato in buona sostanza tutto (anche i parastinchi di Insigne!) e si sono immaginati, per un mezzo pomeriggio, campioni anche loro. Hanno sognato un futuro bello, percorrendo i corridoi che conducono al campo e hanno corso, con tutto il fiato nei loro polmoni, sull’erba di Cascione, Verratti, Sansovini, Immobile e Insigne.

Questi nostri campioni un giorno, probabilmente, saranno calciatori professionisti, ma dato l’amore che hanno per questo sport, fin da oggi essi sono tifosi. Allora cos’è il “fair-play” per un tifoso? Esso è quel senso di autodisciplina, che anche in mezzo alla massa, permette a un giovane di mantenersi tranquillo e di non accedere alle parti aggressive di sé. È quel senso di fiducia in sé e nelle autorità che permette di godere di una partita in serenità. È quel senso di rispetto di sé e degli altri ai quali mai e per nessun motivo siamo autorizzati a fare del male. Io penso che ciascun genitore si sentirà tranquillo, quando il proprio figlio gli dirà: “Mamma, papà, vado a vedere il Pescara”, sapendo il proprio ragazzo maturo, responsabile, attento alle regole e consapevole.

Noi non vogliamo più la violenza negli stadi, non vogliamo più un approccio al gioco del calcio falloso e irrispettoso dell’avversario o dell’arbitro. Noi vogliamo sederci vicino ai nostri figli e sognare con loro un futuro da campioni: un futuro senza inutili violenze, in cui lo sport sia sana competizione, spettacolo e divertimento.

Ciao, mi chiamo Francesca di Sipio e sono l'ideatrice di questo portale web. Sono una psicologa clinica, psicoterapeuta, analista-transazionale ad approccio integrato. Il mio studio è sul territorio di Chieti-Pescara. Mi trovi sui social, sulla mail ma soprattutto al 3477504713

Clicca per commentare

Devi essere loggato per pubblicare un commento Login

lascia un commento

Di più in: Sport

Intervista a Umberto Galimberti

Il sintomo – prof. Stanghellini

La sintonizzazione emotiva col bambino e le sue influenze in adolescenza e in età adulta

Il percorso e la logica del divertimento

Ritardo nello siluppo del linguaggio

Risorse e consapevolezza: il lavoro complesso di un campione

Il Prof. Stanghellini illustra il metodo PHD della Scuola Fenomenologica-Dinamica

Bambini e sviluppo psicolinguistico

Come si crea e mantiene la relazione tra genitore e bambino?

Sport e psicologia, intervista a Paolo Nicolai (parte I)

sport, metafora e organizzazione aziendale

Caso Clinico: esempio di clinica integrata

La dialettica del desiderio – intervista al prof. Giovanni Stanghellini (parte 2)

Lo sviluppo del linguaggio nei bambini (parte I)

Sport e metafora, ne parlo con Andrea Zorzi

La fenomenologia come etica

Intervista a Zorzi parte 2

Trattamento combinato e congiunto psichiatra-psicoterapeuta

Intervista ad Andrea Zorzi

Psicofarmacologia e piano di trattamento integrato

Lo psicologo dello sport è il tuo miglior alleato

Chi scrive per noi…

Articoli più letti

Eventi

Psicologo, psicoterapeuta, counsellor e coach… figure a confronto

Psicologo, psicoterapeuta, counsellor e coach… figure a confronto

Psicologo, psicoterapeuta, counsellor e coach… figure a confronto

Gli interventi avranno lo scopo di illustrare le competenze necessarie ed il quadro normativo che determinano le varie figure professionali, rispondendo alle seguenti domande: chi è, cosa fa, quali norme regolano la professione, quale percorso formativo bisogna seguire, prospettive lavorative.

Gruppo approfondimento per l'Esame di Abilitazione alla professione di Psicologo

Gruppo approfondimento per l'Esame di Abilitazione alla professione di Psicologo

Gruppo approfondimento per l'Esame di Abilitazione alla professione di Psicologo

Dettagli

Data: 5/12  giugno
Ora: 18:00 – 20:00

Organizzatore

Francesca di Sipio – psicologa clinica
Email: francesca.disipio@gmail.com

Luogo

via Monte Grappa
via Monte Grappa n 176
Chieti scalo, Italia
+ Google Maps
Telefono: 3477504713

 

Laboratorio di fotografia sociale

Laboratorio di fotografia sociale

Laboratorio di fotografia sociale

Dettagli

Data: 4/18/25 maggio

Organizzatore

Francesca di Sipio – psicologa clinica
Email: francesca.disipio@gmail.com

Luogo

via Monte Grappa
via Monte Grappa n 176
Chieti scalo, Italia
+ Google Maps
Telefono: 3477504713

 

Gruppo di crescita personale per la gestione dell’ansia da esame o blocco da esame

Gruppo di crescita personale per la gestione dell’ansia da esame o blocco da esame

Gruppo di crescita personale per la gestione dell’ansia da esame o blocco da esame

Dettagli

Data: 17 giugno
Ora: 19:00 – 21:00

Organizzatore

Francesca di Sipio – psicologa clinica
Email: francesca.disipio@gmail.com

Luogo

via Monte Grappa
via Monte Grappa n 176
Chieti scalo, Italia
+ Google Maps
Telefono: 3477504713

 

IO E LA SM

IO E LA SM

IO E LA SM

Dettagli

Data: 28 giugno 2014
Ora: 9:00 – 13:30

Organizzatore

AISM Chieti
Email: aismchieti@libero.it

Luogo

Sala convegni CIAPI
Viale Abruzzo, 323
Chieti, Italia
+ Google Maps
Telefono: 0871560348

6 giugno 2017 h 18.00 Impostare un piano di trattamento: una possibile strada

6 giugno 2017 h 18.00 Impostare un piano di trattamento: una possibile strada

6 giugno 2017 h 18.00 Impostare un piano di trattamento: una possibile strada

Ho pensato questo evento di condivisione, se sei uno studente di psicologia o uno psicologo.

Parleremo insieme di un caso clinico da me seguito e ti mostrerò come ho impostato il piano di trattamento a partire dalla richiesta del paziente.

Un approccio pratico, ti offrirò anche riferimenti bibliografici.

Staremo insieme saremo in una sessione Skype condivisa e saremo in 4 massimo in 6.

Iscriviti alla Newsletter

Per essere sempre aggiornato, iscriviti alla newsletter gratuita: ogni mese contributi interessanti per te!

Scrivi sul blog

Children see, children do

To Top